Questo è Ellen Allien, questo è Berlino e questo è “Nost”

Sicuramente uno degli artisti più venerati dell’epoca in cui cadde il muro di Berlino, Ellen Allien ha incredibilmente lasciato un impronta indelebile grazie ai risultati ottenuti fino ad oggi, grazie anche alla sua iconica Bpitch Control, contribuendo costantemente in maniera positiva e progressiva all’evoluzione della scena techno della città.

E’ proprio grazie alla dedizione verso questa arte, come la musica, che ha da sempre amato profondamente, che è riuscita ad ispirare innumerevoli artisti da ogni angolo del mondo, e coltivare una schiera di grandi talenti attraverso BPitch.

Se escludiamo “LISm” del 2013, sono passati ben sette anni dal suo ultimo “Dust“, in cui urlava al mondo al suon di bpm quanto stesse seguendo il suo cammino, anni luce lontano dalla classica dancefloor abituale. Già dal titolo del suo settimo figlio “Nost“, si sente il forte richiamo, della nostalgia, verso quel canonico minimal techno da dancefloor.

Ellen, con questo suo ultimo prodotto vuole far conoscere il suo sé più profondo, far sapere da dove viene e dove andrà.

Come in tutti i suoi album, la voce di Ellen è parte essenziale della forza che fuoriesce da ciascuna delle tracce.

Nost è un omaggio alla sensazione di nostalgia, che Ellen conosce più che bene, e si nota ogni momento, in ciascuno dei suoi DJ set.

Quella incredibile sensazione, di quando metti uno di quei vecchi cd classici, che la gente ama e non smette di sorridere.

Questo album è una colonna sonora perfetta, in qualunque situazione ti possa trovare. E’ l’opera di una donna che ha trovato se stessa, e che si spinge ancora oltre quella zona di comodità, creando ancora, imparando e desiderando ancora di più. Questo è Ellen Allien, questo è Berlino e questo è “Nost”.

The following two tabs change content below.
Massimo Lo Bianco

Massimo Lo Bianco

Chief a Party Addict
Giro per il mondo zaino in spalla, fotografando sorrisi, ballando a ritmo di musica.

Comments

Comments