INTERVIEW #84 W/ DOUBLEFFE

Doubleffe è un dj e produttore, si è esibito in paesi come Italia, Francia, Olanda, Inghilterra, Stati Uniti e Spagna, ed e’ il fondatore di
Coma un brand techno che include Coma Events, Coma Agency e l’appena nata Coma Records.

In conversazione con Doubleffe

  • Ciao Doubleffe, benvenuto su Party Addict. Quando ti sei avvicinato al mondo del djing? Dove è nata questa tua passione?

Ciao, grazie mille per l’invito. Mi sono avvicinato al mondo del DJing all’età di 13 anni con la musica house, ascoltando mixtapes di serate degli Angels Of Love, un organizzazione di eventi con base a Napoli. Iniziai a conoscere artisti come Francois K, Erick Morillo, Frankie Knuckles, Little Louie Vega e tanti altri. Col passar del tempo la mia passione diventò sempre più profonda, cosi come la mia curiosità e voglia di conoscere. A 14 anni mi trasferii a Liverpool, Inghilterra, e fu lì che i miei genitori acquistarono il mio primo set di giradischi ed un mixer. In Inghilterra la musica era ben diversa da quella che si ascoltava in Italia, soprattutto nelle discoteche. La Drum ‘n‘ Bass o la Dubstep ad esempio, erano molto più diffuse ma non facevano per me. Tuttavia ricordo di aver scoperto la Techno in questa città grazie ad un’organizzazione di eventi, Voodoo. Il primo evento a cui partecipai celebrava i loro 12 anni e comprendeva artisti come Richie Hawtin, Galaxy To Galaxy, Los Hermanos e tanti altri. Rimasi molto colpito, in positivo, da un genere musicale che non avevo mai ascoltato prima, avrò avuto 16/17 anni. Quella musica cosi ribelle, aggressiva ma anche sentimentale e rivoluzionaria (forse un po’ come me) lasciò un segno indelebile che mi porto ancora dentro.

  • Il 3 dicembre 2010 nasce Coma, piattaforma per nuovi “Techno” talenti. Nel 2014 nasce Coma Agency. Parlaci di questi due passi importanti.

La Techno nel 2010 non era cosi popolare come oggi, soprattutto a Liverpool, dove vivevo. All’epoca La mia voglia di esibirmi incalzava sempre più forte e fu così che iniziai questo progetto Coma a cui lavoro tutt’oggi. All’inizio fu più un esperimento che altro, ma capii subito che era lo scopo della mia vita, cosi decisi di investire tutto me stesso trasferendomi a Londra. Dopo numerosi eventi nella capitale inglese, avendo avuto come ospiti artisti di fama mondiale e nuove promesse nel panorama Techno inglese, decisi di unire le forze con un numero di loro per portare avanti la nostra musica, dando vita a Coma Agency. L’intento era di integrare artisti già conosciuti con altri non ancora sulla cresta dell’onda e creare cosi una famiglia artistica.

  • Pochi mesi fa hai annunciato la nascita della Coma Records, come mai la scelta di creare una tua etichetta?

Coma Records è stato il passo naturale dopo gli eventi e l’agenzia di booking, con l’obbiettivo di far conoscere gli artisti che ne fanno parte. Questo è sempre stato un mio obiettivo, aspettavo il momento giusto per farlo, volevo prima assemblare un gruppo fidato e leale di artisti con cui lavorare.

  • Ti sei esibito in paesi come Italia, Giappone, Francia, Olanda, Belgio, Inghilterra, Stati Uniti, Spagna e molti altri. Hai suonato al fianco di grandi artisti. Quali ti hanno impressionato maggiormente?

Sono rimasto positivamente colpito da T.Linder & DJ Seoul (aka Detroit Techno Militia 2×4) e Ritzi Lee, fans come me, del vinile. Hanno uno stile di mixare molto simile al mio, veloce ed a volte sporco e non perfetto ma sicuramente trascinante.

  • Ricordi il tuo primo party? Raccontaci qualche aneddoto.

Liverpool 2010. Più che un party fu un esperimento ben riuscito. Avevo dischi e musica che pochi conoscevano. La reazione fu più che positiva, ricordo la mia agitazione ma tutto andò per il meglio.

  • Un disco che suoneresti in ogni occasione?

Dave Clarke – Wisdom To The Wise (Red 2) (Robert Hood mix) Non ha mai lasciato la mia record bag dal 2012.

  • Infine, stai lavorando su nuove produzioni? Progetti futuri per te e per la tua etichetta? Dacci qualche anticipazione.

Al momento sto lavorando su nuove produzioni per Coma Records. Ritzi Lee, DJ Seoul e T.Linder (Detroit Techno Militia) rimixeranno una delle mie tracce per la prossima uscita che celebrera’ i 6 anni di Coma. Inoltre siamo già a lavoro per i primi EP per ogni singolo artista, che dovrebbero essere pubblicati nel 2017. A Gennaio saro’ in Italia, dai miei amici al Lake Ness, per un’altra grande Coma Showacase e per il primo Coma In-Store a Milano. Girerò poi l’Europa prima di andare in tour con i Detroit Techno Militia per gli Stati Uniti e tanto altro ancora.

 

ENGLISH VERSION

Chatting with Doubleffe

  • Hello Doubleffe, welcome on Party Addict. When did you first approach the world of DJing? Where does your passion come from?

Hello, thank you very much for having me. I approached the world of DJing at the age of 13 with house music, listening to mixtapes of Angels Of Love, an event organization based in Naples. I began to discover artists like Francois K, Erick Morillo, Frankie Knuckles, Little Louie Vega and many others. With time my passion became deeper and deeper, as well as my curiosity and desire to learn. At 14 I moved to Liverpool, England, and it was there that I got given my first set of turntables and a mixer. In England, the music was very different from the one I was used to in Italy, especially in discos. Drum ‘n’ Bass or Dubstep for example, were a lot more widespread but were not my cup of tea. However, I remember discovering Techno in this city thanks to an organization, Voodoo. The first event I attended was celebrating their 12 years and included artists such as Richie Hawtin, Galaxy To Galaxy, Los Hermanos and many others. I was positively impressed by a kind of music that I had never heard before, I must have been 16-17 years. That rebellious and aggressive but at the same time, sentimental and revolutionary music (perhaps a bit like me) left an indelible sign that I still carry inside.

  • Coma was born on December 3, 2010, a platform for new “Techno” talents. In 2014 Coma Agency was born. Tell us about these two important steps.

Techno in 2010 was not as popular as it is today, especially in Liverpool, where I lived. At the time my desire to perform was increasing tremendously, the reason why I started Coma. At first it was more an experiment than anything else, but I immediately knew that it was the purpose of my life, so I decided to invest my all once I moved to London. After several events in the British capital, having had world-renowned guest artists and new promises in the English techno scene, I decided to join forces with a number of them to push our music even further, creating Coma Agency. The intent was to integrate already known artists with new and exciting ones, in order to create a vibrant and talented artistic family.

  • A few months ago you announced the birth of Coma Records, how come you choose to launch your own record label? 

Coma Records was the natural step after the events and booking agency, with the aim of pushing, even further, the music and the artists who are part of it. That has always been my goal, I was just waited for the right time to do it, as I wanted to first assemble a trusted and loyal group of artists to work with.

  • You performed in countries like Italy, Japan, France, Holland, Belgium, England, the US, Spain and many others. You played alongside great artists. Who impressed you the most? 

I was positively impressed by T.Linder & DJ Seoul (aka Detroit Techno Militia 2×4) and Ritzi Lee, fans like me, of vinyl. They have a style of mixing very similar to mine, quick, sometimes dirty, and not perfect but certainly enthralling.

  • Remember your first party? Tell us some anecdotes.

Liverpool 2010. More than a party, it was a successful experiment. I had records and music that few knew at the time. The reaction was very positive, I remember I was shacking but it all went for the best.

  • A record that you would play at every opportunity?

Dave Clarke – Wisdom To The Wise (Red 2) (Robert Hood mix) It has never left my record bag since I first bought it back in 2012.

  • Finally, are you working on new productions? Future plans for you and your label? Give us a preview.

I’m currently working on new productions for Coma Records. Ritzi Lee, DJ Seoul and T.Linder (Detroit Techno Militia) will be remixing one of my tracks for the upcoming release that will celebrate 6 years of Coma. Moreover, we are already working for the first EPs for each of the artist, which should be published in 2017. In January I will be in Italy, to play for my good friends at Lake Ness, for another great Coma Showcase and for the very first Coma In-Store in Milan. I’ll then be touring Europe before going on tour with Detroit Techno Militia around the United States and Canada, and so much more.

 

 

The following two tabs change content below.
Matteo Rapone

Matteo Rapone

Sezze (LT)
Ex studente e ex lavoratore, da sempre amante della musica elettronica. Decide di collaborare con Party Addict per vivere una nuova esperienza e per accrescere la propria cultura musicale!

Comments

Comments