Dancity Festival 2017: annunciati i primi nomi

Torna il Dancity Festival, festival internazionale di cultura e musica elettronica, la cui undicesima edizione si svolgerà a Foligno, in Umbria, venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio 2017 in alcuni tra i più suggestivi luoghi della città dal prezioso valore storico-artistico. Un atteso ritorno dopo la pausa dello scorso anno, che prende forma anche nel concept scelto, Welcome to Dancity.

Il Festival si pone nuovamente al centro della scena culturale nell’ambito della musica elettronica valorizzando gli elementi che da sempre l’hanno contraddistinto: la ricerca e la sperimentazione in diversi ambiti creativi, che permettono la fruizione e l’incontro di un pubblico diversificato; la collaborazione con interessanti e compatibili realtà culturali nazionali ed internazionali; la valorizzazione di esperienze artistiche che promuovono lo scambio e il confronto fra i diversi mondi culturali, dando vita a nuovi linguaggi nel campo performativo e delle arti digitali. La formula sarà quella collaudata dei tre giorni, a partire dal pomeriggio fino alla sera, con la presenza di artisti internazionali che si esibiranno tra concerti, live & DJ set, performance audio-video, mostre, installazioni. Uno spazio importante avrà l’Art Session, con una nuova edizione dell’Open Call, così come proseguirà l’appuntamento con Dancity School, la scuola di educazione al mondo dell’elettronica dedicata ai più piccoli.

Una line-up, quella dell’undicesima edizione, che vedrà performance inedite e presentate per la prima volta in Italia, con artisti che rappresentano un punto di riferimento nell’evoluzione della musica elettronica accanto a giovani dal grande talento. Primo tra tutti Manuel Göttsching, fondatore della band psichedelica Ash Ra Temple, che si esibirà al Festival come prima data assoluta in Italia. Musicista e compositore tedesco, ha influenzato decine di artisti ed è considerato uno dei principali esponenti del Krautrock: a Dancity presenterà il suo incredibile progetto E2-E4. Altre figure storiche: A Certain Ratio, pioneri del punk funk, si esibiranno per l’unica data italiana del tour estivo con il loro inconfondibile sound, in cui elementi avant-garde di funk, jazz e elettronica si fondono con il pop dando vita ad un estetico post punk. Poliritmi gambiani/senegalesi con Mark Ernestus’ Ndagga Rhythm Force, il progetto afro di Mark Ernestus, metà dei Basic Channel e Rhythm & Sound insieme con Moritz Von Oswald. Si prosegue con Call Super, DJ e musicista di Londra, al primo posto della classifica dei migliori album del 2014 sia di XLR8R che di Juno Plus magazine, per arrivare ad Alexander Berg, nella sua veste tech house Dorisburg. Ancora una prima italiana per Hieroglyphic Being + Marshall Allen, il progetto dello sperimentatore di Chicago insieme al leader della Sun Ra Arkestra. Torna al Festival Gigi Masin – presente all’edizione del 2015 – questa volta con Gaussian Curve, collaborazione nata insieme a Jonny Nash e Marco Sterk (conosciuto anche come Young Marco) che sarà presentata al Festival come prima data italiana. Suggestioni mistiche e hyper-sessuali per l’artista canadese Bernardino Femminielli, che suonerà per la prima volta in Italia, le cui accattivanti performance tra look stravaganti e provocazioni uniscono insieme musica, poesia e video. Il pianoforte di Fabrizio Rat avvolgerà il pubblico con le sue sonorità techno-acustiche mentre Lamusa II affascinerà con le sue atmosfere fine anni 80-primi 90, guidate da drum machine, sintetizzatori e MIDI sequencer provenienti dalla stessa era. Dall’Olanda ci sarà Palmbomen II, moniker dell’artista Kai Hugo, che tra le altre cose ha realizzato la colonna sonora del gioco per PlayStation Metrico e di Gran Theft Auto V. Di base a Tel Aviv Nadav Spiegel aka Autarkic, produttore e songwriter con un personale approccio all’elettronica che unisce sampler, synth, drum machine e voce.

The following two tabs change content below.
Matteo Rapone

Matteo Rapone

Sezze (LT)
Ex studente e ex lavoratore, da sempre amante della musica elettronica. Decide di collaborare con Party Addict per vivere una nuova esperienza e per accrescere la propria cultura musicale!

Comments

Comments